2.02: Solo triste

Sonatina: monologhi (sur)reali a più voci.

di Gnomo Speleologo

«Non so proprio cosa dire.»
«Cos’hai?»
«Sono– È un periodo complesso. Sono esaurito. Ho esaurito le mie energie.»
«Hai esaurito le tue energie.»
«Sì. Io– Sì.»
«Non hai più energie.»
«Già.»
«Ti senti triste?»
«L’ho detto. Mi sento– Sì, sono triste. Non trovo la forza di ridere.»
«Capisco.»
«È appena finito il BilBolBul e per tutto il festival mi sono sempre sentito–»
«Giù di morale.»
«Esatto. Io– Credevo di essere interessante–»
«Cosa?»
«Interessante.»
«Ok.»
«Interessante, sì.»
«E ora invece?»
«Non lo so.»
«Hai smesso di esserlo?»
«No. Non lo sono mai stato.»
«Cosa ti è successo?»
«Non ho voglia di parlarne.»
«Forse è qualcosa di interessante.»
«No.»
«Non credi?»
«No.»
«Quindi ora non hai più niente da dire.»
«Semplicemente non mi viene niente di interessante da dire.»
«Hai letto qualcosa di recente?»
«Questa settimana ho compreso i– Ecco– Negli ultimi anni ne ho sentito parlare spesso, ma non sapevo esattamente cosa rappresentassero. Non ne ho letti molti prima d’ora. Quindi ho pensato, sai, di informarmi. Questa settimana credo di aver compreso i gekiga. Mi piacerebbe saperne disegnare uno; ambientato nei giorni nostri. Un gekiga, ahah. Forse.»
«I gekiga. Vabbhé. Poi?»
«Non ho altri argomenti.»
«Ti senti noioso, insomma.»
«Me lo dico da solo.»
«Come sarebbe un tuo gekiga?»
«Non sarei bravo a disegnarlo. Nemmeno a raccontarlo. Sono svuotato di contenuti. Vorrei inserirci della politica, ma– Sai com’è– L’ho persa di vista. Mi sentirei inadeguato.»
«La politica non interessa i lettori di gekiga.»
«Non so.»
«Gesù– Gesù, io penso di no.»
«Da quando la politica ha smesso di essere interessante?»
«Bho.»
«Il mio gekiga sarebbe su un guardiano di un capannone. Dentro il capannone ci sono miliardi di server, i server utilizzati per minare i Bitcoin; maggiore è il prezzo di un Bitcoin, maggiore deve essere la potenza di calcolo dell’hardware per proteggerli. Quindi abbiamo questo vecchio asiatico, in una nebbiosa città nel bel mezzo della Cina, che fuma una sigaretta dopo l’altra e passa le proprie giornate su uno sgabello a controllare l’entrata di un capannone pieno di server utilizzati per minare i Bitcoin.»
«Sembra complesso.»
«Non è complesso. È solo triste.»
«Sì. Solo triste.»