Cos’è Banana Oil

Banana Oil è una rivista online sul fumetto.
Ogni tre mesi scegliamo un tema e proponiamo articoli, riflessioni, percorsi di lettura e interviste per approfondire quell’argomento.
Pubblichiamo inoltre fumetti inediti di autori italiani e stranieri.
Banana Oil si legge online e non costa nulla, ha anche una newsletter e una pagina Facebook.

Perché lo facciamo

Banana Oil è nata perché amiamo il fumetto, come linguaggio e mezzo espressivo, e sentiamo il bisogno di rifletterci con modi e tempi nostri: vogliamo che Banana Oil sia uno spazio in cui si possa parlare di fumetto senza esser vincolati alle novità del momento o all’ultima notizia di grido, uno spazio che faccia della selezione un punto di forza. Poche cose, ma scelte con calma e fatte bene.
Preferiamo un approccio riflessivo più che informativo, e diamo spazio a punti di vista diversi.
Crediamo anche che il modo migliore per promuovere la cultura del buon fumetto sia leggere belle storie, quindi consigliamo letture interessanti e proponiamo storie inedite.
Insomma, Banana Oil è la rivista di fumetto che avremmo voluto e che vogliamo leggere.

Chi siamo

Originario del vicentino, Matteo si trasferisce a Bologna dove si laurea in Astrofisica e Cosmologia. Da sempre appassionato di fumetto, come linguaggio e mercato, dal 2013 scrive sul blog Dailybaloon.
Nel 2016 collabora all’organizzazione di BilBOlbul, festival internazionale di fumetto di Bologna, dove l’idea di una rivista dedicata alla critica e alla riflessione sul fumetto comincia a spuntare insistente tra i suoi pensieri.

Elisabetta è nata a Bologna nel 1989. Nella vita ha fatto la redattrice, la traduttrice, l’organizzatrice di festival, la comunicatrice e la maestra di bambini che parlavano fiammingo. (Quasi) tutto coi fumetti. Per Banana Oil è quella che traduce i fumetti, scrive di cose vecchie e chiede in continuazione quando è ora di mangiare.

Originario di Pisa, Lorenzo si trasferisce a Bologna dove si diploma in Linguaggi del Fumetto all’Accademia di Belle Arti. Scrive e disegna il webcomic To Be Continued, insieme a Claudia Nuke Razzoli porta avanti la serie autoprodotta Millennials e collabora con il progetto ERCcomics.
Per Banana Oil si è occupato di grafiche e loghi, ha partecipato alla stesura del piano editoriale e ha realizzato i ritratti della redazione.