L’età dell’oro

Di questi tempi il fumetto pare avere guadagnato un livello d’attenzione finora sconosciuto: se ne parla abitualmente in quotidiani e riviste, se ne fanno trasposizioni cinematografiche, si prova a incoronarlo con premi letterari (e tutto questo pare non dar più fastidio nemmeno ai salotti culturali più reticenti). Molti individuano la causa di questo fenomeno nello sdoganamento dell’etichetta “graphic novel” e dell’accettazione della letteratura disegnata all’interno delle librerie generaliste.

Che questa sia la causa o la conseguenza del “periodo d’oro” del fumetto è in realtà poco importante. Perché i limiti reali di tale “periodo d’oro” sono evidenti non appena si esce dal raggio d’influenza di pochissimi autori superstar. Si pubblicano più titoli, è vero, e questa moltitudine di volumi viene venduta e “promossa” attraverso più canali che in passato. Tuttavia le vendite medie di un graphic novel medio non sono nemmeno sufficienti a garantire anticipi e retribuzioni adeguate agli autori.
Così in molti cercano altre strade, percorse più o meno consapevolmente, aiutati (o adescati) dalle potenzialità del digitale: tra crowdfunding e autopromozione, una fetta considerevole del mondo del fumetto vive al di fuori dei circuiti editoriali tradizionali.
Al contempo, mentre progetti su Indiegogo muoiono prima di nascere e Patreon regala ben poca stabilità, svariati editori medio piccoli ribadiscono, stavolta supportati dal vento favorevole dell’attenzione mediatica, lo status del fumetto come linguaggio alto e si pongono come esempi di editoria almeno culturalmente illuminata.
In questo primo numero di Banana Oil cerchiamo di fare una panoramica, a volte quantitativa a volte più emotiva, del mondo complesso e in perenne mutazione che è il mercato del fumetto, in Italia, oggi. Riflettiamo sulle problematiche e sulle loro cause, ci interroghiamo su possibili vie d’uscita, esploriamo possibilità.

Articoli, saggi, riflessioni

Verso il fumetto. Seconda parte

Ho sempre più l’impressione che lungo la parabola del fumetto contemporaneo siano sempre accadute più cose di quante la mia coscienza di lettore sia stata in grado di riconoscere, anche prima che un certo disagio per la forma graphic novel venisse a galla.

Verso il fumetto. Prima parte

Per comprendere il fumetto di oggi, e ipotizzarne le evoluzioni, può rivelarsi utile forzare i limiti della grande metafora romanzesca con la quale si è voluto considerarlo e comunicarlo negli ultimi anni.

Sogni, magia e colori: un’intervista a Nicolò Pellizzon

Abbiamo intervistato Nicolò Pellizzon per approfondire il suo approccio alla narrazione e il suo gusto estetico, concentrandoci sui suoi fumetti passati e futuri per tracciare parallelismi e strade divergenti.

Perché l’autoproduzione?

Bianca Bagnarelli e Aniss El Hamouri chiacchierano, discutono e riflettono sul significato dell’autoproduzione, sul differente ruolo che ha in Italia e all’estero, sui confini con la microeditoria, sull’appeal del mondo del “vuoi fare i fumetti? Falli”.

Lo yin e yang di Gipi e Mattotti

Un dialogo a distanza tra La terra dei figli e Ghirlanda.

… E le fumetterie?

Si chiama fumetteria, è il primo posto dove ti verrebbe in mente di cercare un fumetto. O forse no?

Da Zeno Porno a Palla: un’intervista a Paolo Bacilieri

Abbiamo intervistato Paolo Bacilieri, autore poliedrico che ha spaziato e spazia dal graphic novel al fumetto popolare al racconto underground, per parlare del suo lavoro, di narrazione e di come il mondo del fumetto è cambiato nel corso degli anni.

Off paper: uno sguardo ai principi del webcomic in Italia

In Italia è finalmente arrivato il webcomic. Ma quali sono le specificità del mezzo, e quali domande bisognerebbe porsi per pubblicare efficacemente online?

Consapevolezza e identità editoriale: un’intervista a Gabriele Munafò e Anna Matilde Sali

Abbiamo intervistato Gabriele Munafò e Anna Matilde Sali, due dei fondatori di Eris Edizioni, per parlare di come e perché costruirsi un’identità editoriale, del rapporto con le diverse realtà distributive del fumetto, del tentativo di creare una coscienza commerciale critica nel lettore.

Patreon: tra autori, lettori e finanziatori

Con Patreon gli equilibri tra autori, lettori e finanziatori cambiano, ed il processo creativo così come le sue possibilità si adattano di conseguenza.

Righelli, numeri e grafici: un’indagine di mercato

Un'indagine di mercato con l’intento di sondare lo stato dell’editoria a fumetti e ragionare sulla sua evoluzione.

I limiti dell’editoria tradizionale: un’intervista a Ratigher

Abbiamo intervistato Ratigher, creatore del metodo Prima o Mai e direttore editoriale di Coconino, per riflettere sui limiti dell’editoria tradizionale e su alcune possibili soluzioni.

Archivio

Percorso di lettura

Nel primo numero di Banana Oil ci siamo concentrati sul mercato del fumetto, riflettendo sulle sue storture ma anche esaltandone le possibilità e le diverse sfaccettature.

Concludiamo quindi questo primo viaggio della nostra rivista con un percorso di lettura pensato per approfondire, in un certo senso, gli argomenti toccati negli articoli e nelle interviste. Abbiamo selezionato e vi consigliamo sei fumetti che riteniamo particolarmente belli e interessanti ma che, purtroppo, non hanno avuto e non hanno l’attenzione e il successo che crediamo meriterebbero.

Golem Stories

Cinema Zenit

Terra X

Mind MGMT

Il Viaggio

The Five Star Stories

Archivio

Rubriche

Naftalina

La rubrica che parla solo di autori vecchissimi, così non si offende nessuno.

Sonatina

Monologhi (sur)reali a più voci.

Una birra vale due tartine

Si bevono birre a stomaco vuoto e si discutono storie, narrazioni e generi nel linguaggio fumetto.

Tipo-Grafica

Riflessioni visive.

Archivio

Naftalina

Di Elisabetta Mongardi.

Una birra vale due tartine

A cura di Lorenzo Ghetti.

Tipo-Grafica

Di Roberta Contarini.

Archivio

Fumetti

Il buco

Archivio

Banana Oil è un progetto di Matteo Gaspari
Con la collaborazione di Elisabetta Mongardi e Lorenzo Ghetti

Hanno collaborato a questo numero:
Bianca Bagnarelli, Roberta Contarini, Matteo Contin, Aniss El Hamouri, Andrea Martini, Mauro Nanfitò, Emanuele Rosso, Gnomo Speleologo, Alessio Trabacchini, Luca Vanzella, Andrea Zoccoletto

Copertina di Giulia Tudori

Logo di Lorenzo Ghetti

Webdesign a cura di Pencil Studio Networking